Cappotto termico interno

Il cappotto termico, o isolamento termico a cappotto, è composto da una serie di strati isolanti che possono essere posizionati sia internamente che esternamente agli edifici e garantiscono un isolamento completo sia termico che acustico.

Questo sistema permette un notevole risparmio energetico, facendo sì, che l’immobile mantenga il caldo d’inverno ed il fresco in estate.

Il cappotto termico è una pratica che può apparire semplice, ma che può richiedere molto tempo a seconda delle superfici sulle quali viene applicato.

Nella posa in opera del cappotto termico, vengono applicati pannelli isolanti con colla e tasselli alle pareti. I pannelli devono essere posizionati leggermente distanti fra di loro, per poi essere uniti con la schiuma espansa. In seguito, si proseguirà alla rasatura e al rivestimento. Il processo può richiedere tempi più o meno lunghi a secondo di vari fattori.

Vengono disposti pannelli isolanti sulle pareti interne delle abitazioni. Questo metodo viene utilizzato soprattutto dove è difficile porre un cappotto esterno e/o coibentare il tetto.

Le metodologie di lavorazione più diffuse sono: 

  • La controparete preaccoppiata con tassellatura: si procede alla rimozione, mediante spazzolatura, di tutte le finiture al fine di preparare un fondo idoneo per l’aggrappaggio del collante. Dopodiché si applica, sulla faccia interna delle mura perimetrali, una controparete da realizzarsi, solitamente, tramite incollaggio di pannelli composti preaccoppiati. Nella parte centrale del muro occorre applicare diversi tasselli per mq, secondo un preciso schema. Poi, si procede alla finitura ed alla pittura della controparete.
  • La controparete con supporto metallico: questa soluzione non richiede pannelli preaccoppiati ed è leggermente più complessa, ma isola meglio. Si crea prima una cornice metallica applicando delle apposite guide per contropareti, le quali sono poste distanziati dal muro preesistente e sono applicabili sul pavimento con diverse tecniche. Si applicano poi delle barre metalliche perfettamente verticali, distanziate tra loro quanto il lato dei pannelli da utilizzare. Si inseriscono poi questi ultimi nelle varie cornici metalliche così ottenute, tagliando opportunamente i pannelli più alti inseriti per ultimi. Infine si applica il cartongesso e si procede alla stuccatura ed alla verniciatura della parete.